Direttiva RoHS

Posizione di Acciai Boriani Srl rispetto alla Direttiva 2011/65/EU RoHS II

A partire dal prossimo 3 gennaio 2013, la Direttiva 2002/95/E (cd. Direttiva RoHS), recepita in Italia con il D.Lgs.151/2005, sarà abrogata dalla nuova Direttiva 2011/65/UE (cd. Direttiva RoHS-II). La Direttiva dispone restrizioni all’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE). Nello specifico, la Direttiva dispone che gli Stati membri provvedano affinché le AEE immesse sul mercato che rientrano nelle categorie dell’allegato I, non contengano piombo, mercurio, cadmio e cromo esavalente, nonché bifenili polibromurati e eteri di difenile polibromurato. Nella Direttiva sono tuttavia presenti alcune esenzioni in relazione a specifiche applicazioni e sono indicate soglie massime di concentrazione tollerate per alcune sostanze in determinai materiali (cd. omogenei). Acciai Boriani Srl, commercializza barre in acciaio, trafilate, pelate e rettificate, laminati a caldo , forgiati . Data la tipologia di materiali trattati da Acciai Boriani Srl, questi si possono definire materiali omogenei, la cui definizione presente nell’articolo 3 della Direttiva RoHS-II è la seguente: «materiale omogeneo», un materiale di composizione uniforme o un materiale costituito dalla combinazione di più materiali che non può essere diviso o separato in materiali diversi mediante azioni meccaniche come lo svitamento, il taglio, la frantumazione, la molatura e processi abrasivi. Per questi materiali omogenei Acciai Boriani Srl rispetta le soglie massime di concentrazione tollerate in peso delle sostanze, così come indicate nell’allegato II della Direttiva, ovvero: piombo (0,1%); mercurio (0,1%) cadmio (0,01%) cromo esavalente (0,1%) bifenili polibromurati (PBBP) (0,1%) eteri di difenile polibromurati (PBDE) (0,1%) Fanno parte anche alcune tipologie di materiali prodotti e commercializzati dal Gruppo destinate a specifiche applicazioni. Questi materiali rientrano nelle applicazioni esentate riportate nell’allegato III della Direttiva. Tra queste esenzioni da segnalare: piombo come elemento di lega nell’acciaio destinato alla lavorazione meccanica e dell’acciaio zincato contenente fino allo 0,35% di piombo in peso. Piombo come elemento di lega nell’alluminio contenente fino allo 0,4 % di piombo in peso Leghe di rame contenenti fino al 4 % di piombo in peso.
La Direzione

Regolamento REACH

POSIZIONE DI ACCIAI BORIANI SRL IN MERITO AL REGOLAMENTO EUROPEO REACH (CE 1907/2006) 20/06/2016

Acciai Boriani Srl che commercializza barre in acciaio, trafilate, pelate e rettificate. Per alcuni tipi di acciaio e su richiesta di alcuni clienti, le barre vengono protette con uno strato di olio protettivo antiruggine. Per quanto riguarda l’applicabilità del “Regolamento Reach” alle nostre attività, esprimiamo di seguito la nostra posizione:
1) Nell’ambito di applicazione del “Regolamento” in oggetto, rientrano i Fabbricanti, gli Importatori e gli Utilizzatori a valle di sostanze e/o preparati chimici (Titolo I, capo 1, art. 1, comma 3 del reg. CE 1907/2006).
2) Gli Utilizzatori a valle, in quanto produttori di oggetti la cui forma, superficie o disegno particolare, ne determinano la funzione in misura predominante rispetto alla composizione chimica, sono definiti Produttori di Articoli (Titolo I, capo 2, art. 3, comma 3 del reg. CE 1907/2006).
3) Ogni Produttore o Importatore di Articoli ha obbligo di registrazione qualora: a) la sostanza è contenuta in tali articoli in quantitativi complessivamente superiori a 1 Ton/anno. b) la sostanza è destinata ad essere rilasciata in condizioni d’uso normali o ragionevolmente prevedibili. (Titolo II, capo1, art. 7, comma 1, lettera a + b) Visto quanto indicato al punto 3 della presente dichiarazione e all’articolo 7 comma 2.b del regolamento 1907/06 (le sostanze che presentano pericolo per l’uomo e per l’ambiente sono assenti o presentano concentrazione singola < 0.1% in peso) si dichiara che i prodotti forniti da Acciai Boriani Srl sono da considerare articoli esenti dall’obbligo di registrazione. Ulteriori esenzioni dall’obbligo di registrazione, Acciai Boriani Srl è comunque contenuta nell’Allegato V del “regolamento”. Confermiamo inoltre che nessuna delle sostanze altamente preoccupanti (SVHC), incluse nella lista aggiornata al 20/06/2016 delle sostanze candidate all’inclusione finale in allegato XIV, è contenuta nei nostri prodotti. Continueremo a osservare l’evoluzione di questa lista e nel caso di sviluppi rilevanti per la nostra produzione ve ne daremo immediata informazione. Sarà nostra cura, richiedere ai nostri fornitori di sostanze e/o preparati chimici (es. olio protettivo per trafila ecc.) tutte le informazioni necessarie quali: numero di registrazione, autorizzazioni, restrizioni, scheda sicurezza aggiornata secondo il “Regolamento”.
La Direzione Aggiornamento 12 gennaio 2017 In conformità al regolamento REACH, Acciai Boriani Srl dichiara che neei propri prodotti non è contenuta alcuna delle sostanze SVHC incluse nella “Canditate List” aggiornata dall’ECHA a 173 sostanze, il 12 gennaio 2017 (www.echa.europa.eu/it/candidate-list-table)